Cerca

Bonnie

"…E'troppo tardi solo se sei morto "…

27 primavere…

“Se fossi un fiore saresti senza alcun dubbio un girasole…uno stelo alto e vigoroso come la forza che ti caratterizza…una corolla di petali gialli vivaci come il tuo sorriso..allegri come il tuo senso dell’umorismo..e quell’occhio centrale..lo stigma marrone come i tuoi occhi che mi seguono ovunque io sia..nonostante la distanza..io riesco a sentirli su di me proprio come un girasole segue il sole cambiando direzione…e la piacevole fragranza che emanano forse e’persino meno buona dell’odore della tua pelle…in una distesa di fiori io ti riconoscerei…sei amore,sei sincerità,bontà d’animo,lealtà…”

Annunci

Sbaaammm!!!

Questa storia inizia con sbam..onomatopeicamente riproduce ciò che ho provato poc’anzi…un turbinio di sensazioni tutt’altro che positive..primo sintomo : ho perso la parola..mi ritrovo chiusa nel mio mutismo e solo le dita “calpestano” con rabbia le lettere della tastiera…stento quasi a respirare..vorrei urlare o piangere ma mi sento come in quegli incubi nei quali urli ma la voce non viene fuori..vuoi correre ma le gambe non vanno…immobile..sia dentro che fuori..vorrei essere più forte in questi momenti..vorrei non sentirmi soffocare..ma come si fa? non sono “programmata” per questo…io sono fatta di lividi..io sento troppo,sento tutto…possiedo la cosa più bella del mondo ma il destino,la vita,il fato,la sfortuna..non so come chiamarlo ti porta sempre più lontano da me..invece di avvicinarti sfumi…non esistono le favole ma io ogni volta ci credo,ogni volta le scrivo e poi sono costretta a cancellarle…forse è proprio come ho sempre pensato,forse una cosa talmente viva e pulita sarebbe troppo per una come me..ho paura di nuovo ma questa volta non immagino alcun scenario di morte,non sono i miei mostri interiori ad inseguirmi,questa volta è sensato,è reale…è un nuovo tipo di paura..c’è di peggio..è questo che mi ripeterò ogni giorno,c’è di peggio mia cara…si ma intanto tu sarai così lontano ed io avrò sempre più freddo…quest’estate io avrò freddo…senza te…

La notte…

La notte avvolge le anime con il suo tappeto blu e scrive un testo fatto solo di punteggiatura…infiniti puntini sospensivi scavalcano le nostre teste con la loro luce,puoi immaginare di unirli e disegnare con la mente ciò che desideri o puoi riempirli di parole,catene di parole per raggiungere chi vuoi,ovunque tu voglia,ovunque esso sia…di notte il mondo si ferma e si accendono i sogni…io per questa notte ho deciso di saltellare su quelle trame di stelle perché sono sicura che il sentiero del cielo mi porterà a te e domani sarà un bel giorno perché al mio fianco prima del calar di una nuova notte ci sarai tu…

736

Banalità…

mmm…stasera voglio dire anch’io delle banalità..voglio dirti che il profumo della tua pelle inebria i miei sensi…che quando sorridi perdo ogni cognizione spazio-temporale e quel sorriso lo seguirei con le mie dita come i tasti bianchi di un pianoforte che suonerebbe musica lenta solo per noi..voglio dirti che adoro quel neo disegnato dai tuoi sul tuo naso…che non mi importa se un giorno avrai le rughe perchè saranno i segni di tutte le volte che nella tua vita avrai sorriso…voglio dirti che i tuoi occhi mi ricordano le nocciole caramellate e la sensazione che provo nel guardarli è la stessa di quando da bambina durante le feste di piazza mi fermavo alle bancarelle bramosa di assaggiarle…adoro la voglia di caffè sul tuo braccio perchè ti rende unico e l’eleganza con la quale la indossi ti contraddistingue…adoro il tuo modo di camminare spavaldo…il tuo non saper usare affatto le parole…la tua durezza infinitamente dolce…in quest’epoca  la banalità viene etichettata con una connotazione negativa,io stasera ho speso due parole a suo favore perchè a volte nella sua semplicità è bello anche essere banali…!

About me…

Ecco qui la parte che mi riesce più difficile…parlare di me…sono una “bambina di quasi trent’anni” laureanda in sociologia e non sono mai la stessa durante l’arc…

Sorgente: About me…

Passato…

“Mi hai portata via…mi ha portata via con te o meglio hai rubato i miei colori,ora a guardarmi resto solo una maglietta,un comune pezzo di stoffa scolorito,mi guardo e mi vedo sbiadita,ci sono solo per metà…sto straripando dentro…io sono sotto la pioggia e tu sotto il sole ma il cielo è lo stesso…a volte penso che dovrei bussare alla tua porta e chiederti se per piacere puoi accompagnarmi su quel letto a riprendere il cuore,il mio cuore l’ho lasciato proprio lì sul tuo letto,chissà quante volte ci sarai passato accanto senza averlo visto,chissà se ti sarai steso con lei su quel letto e insieme sotto le spinte dei vostri corpi sudati l’avrete inavvertitamente schiacciato,se lui stentatamente cercava di battere ma quel battito veniva soppiantato dai vostri sospiri,chissà se quando vi respirate bocca a bocca lui cerca di nascondersi in qualche angolo,tra le lenzuola,chissà se ogni tanto hai sentito un ticchettio che non hai saputo riconoscere,ero io,era quella parte di me che ho lasciato da te…”

13256425_1328322820517441_6420228312938815107_n

TUTTA ANIMA !

Ho capito qual è il mio problema se così si può definire anche perchè con il senno di poi credo che più che un problema sia una sorta di dono…ho troppa anima,un anima che che straborda ovunque..niente mi lascia intatta,indifferente,fredda…tutto mi scalfisce…giro per il mondo e assorbo ogni cosa dalla più bella alla più brutta…scrivere mi svuota,fa fluire il fiume di sensazioni che mi porto dentro verso l’esterno..così evito “di inondarmi dentro”…aveva proprio ragione il Maestro Pino :” Anima in questa vita c’è bisogno di più anima…”

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑